LEGGI– post di Silvia Bevilacqua- UN MANIFESTO PER BAMBINE E BAMBINI

 


 

 

 


Carissimi alunne ed alunni dell’Istituto “Verga”,

eccoci giunti al giorno tanto atteso, il giorno della ripartenza, il giorno in cui si ricomincia a vivere la routine quotidiana scolastica, quella routine che non stanca mai, che non annoia mai, perchè pullula di relazioni vere, autentiche, significative.

Non vediamo l’ora di sentire le vostre voci, cari ragazzi, di ascoltare le vostre risate, le vostre esperienze, di condividere emozioni e sentimenti; in altre parole, non vediamo l’ora di ri-vivere!

Sì, avete letto bene, di vivere, perché la scuola è vita! La scuola è il luogo di crescita per eccellenza e voi, ragazzi, siete la nostra linfa vitale. Senza di voi non c’è scuola; il nostro lavoro si concretizza solo con la vostra presenza; la nostra opera si rivela nella vostra crescita umana, civica, sociale e culturale. Questo giorno desiderato lo abbiamo preparato con cura, con un’attenzione quasi maniacale ai particolari; l’emergenza sanitaria ci impone di rispettare delle regole per tutelare la nostra salute e, sappiamo già che sarete responsabili e rispettosi delle indicazioni che vi daremo. Tutti noi, docenti, collaboratori scolastici, personale di segreteria, il DSGA e la vostra nuova preside, vi diciamo: BENTORNATI! Ci siete mancati! Troppi mesi di lockdown ci hanno tenuti lontani fisicamente, ma non abbiamo mai smesso di pensarvi, perché vi vogliamo bene.

Cari genitori,

a voi il nostro grazie per la collaborazione che vi impegnate ad offrire alla scuola. Sentitevi parte integrante di questa grande comunità; in fondo abbiamo lo stesso obiettivo da raggiungere: formare l’uomo e il cittadino del domani. Voi, con la vostra opera di genitori responsabili e coerenti, modelli di vita da imitare, noi, con la nostra azione di educatori, insieme, per sostenere, guidare, facilitare il percorso, per incoraggiare i nostri bambini, i nostri ragazzi ad essere migliori.

Con questo auspicio, auguro alla comunità scolastica, che mi onoro di dirigere, un sereno anno scolastico, ricco di esperienze e prodigo di traguardi sempre più alti.

Pachino, 24/09/2020

La Dirigente scolastica Prof.sa Grazia Maria Caruso


 

 

 

 


 

LA SCUOLA NELLA COSTITUZIONE

http://www.governo.it/costituzione-italiana/principi-fondamentali/2839

e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento.

La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.


Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un discorso alla Nazione ha ringraziato quanti stanno lavorando a distanza in questo periodo per mantenere le attività ordinarie, tra questi i docenti.

<<La riconoscenza della Repubblica va agli insegnanti che mantengono il dialogo con i loro studenti>>.

“Sergio Mattarella”




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi